Mercato: arriva l?ÇÖaccordo Fiat- Chrysler. Obama elogia la Casa torinese. Marchionne ringrazia.

Chrysler pronta all’accordo con il Gruppo automobilistico italiano Fiat. I due gruppi definiranno i tempi della loro alleanza entro il prossimo 30 aprile. A’benedire’ l’accordo è stato lo stesso presidente Usa, Barack Obama che, insieme alla sua amministrazione, vede nella Casa torinese un buon partner per via del bagaglio di tecnologia nelle vetture compatte e della capacità del management di risanare, due cose che mancano a Auburn Hills.

Obama lo ha ribadito affermando che i piani di fattibilità presentati da Chrysler e GM sono poco credibili, ma che l’industria dell’automobile americana deve sopravvivere. Per questo sono pronti altri 6 miliardi di dollari solo per Chrysler, a condizione, però, che trovasse un alleato valido per rendere il piano di salvataggio davvero credibile. E nel frattempo, dall’Italia grande soddisfazione espressa da Marchionne, per le parole del presidente Obama che elogiato ha i prodotti e il management della casa automobilistica torinese.

L’accordo tra Fiat, Chrysler e Cerberus Capital Management (l'azionista di maggioranza della casa americana) prevede che il Lingotto avrà inizialmente il 35% del capitale della casa automobilistica americana, senza alcun esborso ma a fronte del conferimento di prodotti, piattaforme e tecnologie. Nel frattempo, Fiat fornirà a Chrysler accesso alla propria rete di distribuzione in paesi di importanza fondamentale per la crescita, oltre a fornire buone possibilità di contenimento dei costi.

Video: Accordo preliminare Fiat Chrysler

1 COMMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply

1 Commento

T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 1.499,9390
T6 = 1.499,9390
T7 = 1.499,9390 > 139,278 > 139,263