Prova Toyota iQ. Test drive della minicar che fa concorrenza alla Smart. Piccola ma sicura allo stesso tempo grantisce stabilit?á e sicurezza.


La piccola Toyota iQ arrivata sul mercato per fare concorrenza alla Smart sta riscuotendo il successo tanto cercato prima ancora del suo lancio sul mercato. Bella, semplice e funzionale, sembra ben reggere la competizione con la sorella figlia di casa Mercedes. La iQ rappresenta un’innovazione radicale sia nel design sia per il ridotto impatto ambientale. Lunga 2.98 metri, alta 1,48 m e larga 1,68 m, presenta una configurazione interna 3+1.

L’esterno è semplice e innovativo con un design robusto grazie alla larghezza del veicolo che contrasta con la sua ridotta lunghezza, agli sbalzi ultra-ridotti e ai lineamenti “cab-forward”. 28 centimetri più della rivale Smart, per la precisione. Edè proprio in questo spazio che Toyota iQ da vita un posto per un altro passeggero che la Smart non ha. Il design interno è minimalista e accattivante e la sensazione di spazio nell'abitacolo è stupefacente, almeno per pilota e passeggero.

Per quanto riguarda il motore, quello della iQ è un mille tre litri dA 68 cavalli, il peso inferiore a 900 kg. Il buon rapporto peso / potenza garantisce prestazioni discrete, nonostante la cavalleria limitata. La iQ si guida come una comune citycar, nonostante la lunghezza ridotta a tre metri. Buone le doti telaistiche coadiuvate da moderni sistemi elettronici utilizzati per garantire maggiore stabilità e sicurezza una volta dentro questa minicar che si sta evolvendo.

Video: Toyota iQ

Video: Presentazione Toyota iQ

1 COMMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply

1 Commento

  •  
    edi bivi
    02/03/2009 alle 21:16:02

    peccato per il prezzo spropositato....

T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 47262,46 > 47262,45