• Lunedž 30 Luglio 2012 alle 15:52
Volkswagen 2012: bufera con Marchionne

E' guerra aperta tra Volkswagen e Sergio Marchionne in seguito alle parole dell'amministratore italiano sui prezzi del costruttore tedesco. Volkswagen non ha mandato giù la presa di posizione del dirigente, chiedendogli ufficialmente di dimettersi dalla carica di Presidente dell'Acea.

Ma cosa ha detto Marchionne di tanto grave? "L'industria automobilistica europea è in una crisi che non ha precedenti" e la politica di sconti aggressivi messa in atto da Volkswagen "è un bagno di sangue sui prezzi e sui margini". Bisogna "coordinare una razionalizzazione del settore in tutte le compagnie". "Quelli che davvero non si sono mossi in questo senso sono i francesi e i tedeschi, che non hanno ridotto minimamente la capacità. Tutti dovrebbero fare tagli".

Insomma parole che non sono andate giù a Volkswagen ma non solo. Ma c'è anche chi apprezza la presa di posizione del manager, come Ford. Ma c'è anche chi va giù duro come Borghezio: "L'attacco rivolto da Marchionne alla Volkswagen è, a dir poco, grottesco. Come può Marchionne permettersi di dare lezioni a chi, nel primo trimestre 2012, raggiunge un utile superiore al 36% in una fase di mercato non certo favorevole? Forse è meglio che queste fole le vada a raccontare al suo amico Obama".

Volkswagen 2012: bufera con Marchionne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarŗ pubblicato nŤ utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 51168,46 > 51168,45